SOUTH FLORENCE, FATECI SPAZIO, BISBOCCIA, FRATELLI BARÇA E VINGONE AL COMANDO DEL CALCIO A 5

Settimana di sfide importanti per il calcio a 5. In vari gironi si sono affrontate le squadre che occupano la parte alta della classifica, disputando partite di grande rilevanza, che possono valere gli sforzi di un'intera stagione. Andiamo ad analizzare il dettaglio dei raggruppamenti.

Nel girone B il South Florence agguanta il comando in solitario con 33 punti. Decisiva la vittoria di questa settimana contro il Barrettino, battuto per 7 a 4 e staccato in classifica di 3 lunghezze. Il South può vantare una difesa praticamente impenetrabile (solo 27 gol incassati), il capocannoniere del raggruppamento (Cape, 34 reti) e una sola sconfitta stagionale. Con questi numeri sognare in grande è possibile! Non demorde, tuttavia, il Barrettino, che ha appena raggiunto la triplice cifra nella casella dei gol realizzati. Sei le giornate che rimangono alla fine del campionato, tutto può accadere: vietato mollare in prossimità del traguardo!

 

                                                              

                                                                      Nella foto: South Florence

 

Il girone C è molto combattuto. Quattro le formazioni che possono ambire al titolo. Il Fateci Spazio ha appena agguantato il primo posto in classifica a 36 punti, battendo proprio questa settimana la Legatoria Ciolli, che scivola in seconda posizione con 34 punti. Il match si è concluso 4 a 3, con una sola rete di scarto a dividere le due formazioni. Il Fateci Spazio recupera così la testa del raggruppamento, persa due settimane fa, in seguito alla sconfitta contro il Cral Ataf. Potrebbero approfittare di questi continui ribaltamenti di fronte FC Circoloco e Eintracht. Attualmente le due formazioni occupano la terza e la quarta posizione a 31 punti e si trovano in striscia positiva di vittorie e a caccia delle prime classificate.

Sembra oramai difficile rubare il trono del girone D al Bisboccia. A 6 giornate dalla fine la squadra può vantare 8 punti di distacco dai secondi classificati, 12 vittorie in altrettanti incontri disputati, ben 111 reti realizzate e solo 28 subite. Rimane invece aperto il discorso qualificazione per le fasi finali di prima fascia: quattro formazioni, dal secondo al quinto posto, si trovano nell'arco di 7 punti. St Donato Park Rangers (28), Don Massimo (25), Audace Legnata (22), Fiamme Azzurre (21) si contenderanno la qualificazione alla fascia più prestigiosa delle fasi finali. Chi la spunterà?

Nel girone E sfida a due per la conquista del titolo tra Fratelli Barça e Contigo Perù. Due storie diverse per le contendenti: i Fratelli, al comando del raggruppamento con 36 punti, sono al loro esordio nei nostri tornei e si sono rivelati un'ottima formazione, tanto temibile in fase offensiva, quanto solida in quella difensiva. Possono contare su un attacco mostruoso, capace di mettere a segno ben 124 gol, dei quali addirittura 52 portano la firma di Yuri Lorenzetti, vero bomber di razza. Il Contigo insegue la capolista a 5 lunghezze di distanza. Nato dalla reunion di connazionali che militavano in diverse squadre, il Perù ha un ottimo rullino di marcia, nonostante il pareggio di 3 settimane fa che complica la rincorsa alla prima posizione.

 

                                                

                                                              Nella foto: Fratelli Barça

 

Faccia a faccia tra Vingone e Old Florence per la testa del girone F. I primi non hanno ancora conosciuto la sconfitta in questa stagione: 10 vittorie su 10 partite, grazie anche a una difesa solidissima, che ha incassato solamente 14 reti. All'inseguimento della capolista si era lanciato lo Steaua, che due settimane fa, nello scontro diretto per il primato, aveva tuttavia perso per 12 a 2. Molto probabilmente la sconfitta ha causato un contraccolpo psicologico negativo, tanto che la settimana seguente la squadra ha subito un'ulteriore battuta d'arresto. Approfittando di questo momento difficile, Old Florence ha scavalcato lo Steaua e ora insegue il Vingone a 6 lunghezze di distanza. Sarà tardi per recuperare? Al campo l'ardua sentenza.

Lorenzo Liccioli